Attentato di Barcellona: testimonianza di un’ Italiana, numero unità anticrisi e primo arresto.

Ecco la testimonianza di un’ italiana che era presente sul posto dell’attentato: “ io ero in un negozio e le altre quattro persone che erano con me si sono ritrovate dietro il furgone che andava addosso alla gente nell’area pedonale. Adesso non ci fanno uscire, sentiamo che fuori c’è la polizia, ma da qui non vediamo niente ci stanno portano al piano inferiore del negozio.”


Dopo l’attentato la zona infatti è stata subito isolata, chiusa la stazione della metropolitana della vicina placa Catalunya, molti negozi della zona hanno chiuso le serrande con i clienti all’interno, come visto nella testimonianza, la polizia consiglia di evitare la zona.
Il conducente del furgone è fuggito ed è armato secondo alcuni media locali si sarebbe barricato in un ristorante Turco, Luna de Istanbul, forse assieme a un complice e un numero imprecisato di ostaggi; il ristorante si troverebbe presso il mercato della Boqueria, la Boqueria si trova sulla rambla, nella parte sud.
Dalle notizie arrivate ora dai media locali l’attentatore è stato arrestato e si chiama Driss Oukabir, già noto alla poliza spagnola in quanto pregiudicato, l’uomo che secondo la Guardia Civil, ha noleggiato il furgone con cui ha ucciso almeno una persona secondo il bilancio ufficiale, mentre i media parlano di 13. Ecco la foto arrivata dell’attentatore:

In caso di necessità qua sotto troverete il numero della Unità Anticrisi da contattare SOLO IN CASO DI NECESSITà


Articolo di @Marcolinidesig

Fonti: www.viaggiaresicuri.it , Rainews.it

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito accetti i termini e le condizioni previste per l'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi