#Modena, inneggia al terrorismo in carcere. Riaccompagnato con volo da #Bologna in Marocco

Sempre più fenomeni simili si registrano nelle carceri italiane.

Si tratta di un detenuto marocchino di 38 anni, che, durante il periodo di detenzione nella casa circondariale di S. Anna a Modena avrebbe manifestato comportamenti tipici di posizioni estremiste.

MODENA.   Un nuovo caso di radicalizzazione islamica all’interno del carcere Sant’Anna di Modena. La questura, difatti, ha provveduto ad espellere dal territorio nazionale, con un volo da Bologna verso Casablanca, un detenuto marocchino di 38 anni, che, durante il periodo di detenzione nella casa circondariale avrebbe manifestato, appunto, comportamenti tipici di posizioni estremiste: inneggiare agli attentati di matrice islamica e mostrare apertamente odio verso l’Occidente. Il marocchino, gi destinatario di un decreto di espulsione datato 2015, stava scontando un cumulo di pene per furto, rapina, spaccio e ricettazione. Del caso si occupata la Digos della polizia di Stato di Modena. Si tratta dell’ennesimo episodio di questo tipo avvenuto all’interno del carcere Sant’Anna, dove la questura ha gi preso provvedimenti simili negli ultimi mesi.

Gazzetta di Modena

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito accetti i termini e le condizioni previste per l'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi