LA STAMPA ESTERA: ITALIA RILASCERÀ 200.000 VISTI AI #MIGRANTI PER FARLI CIRCOLARE LIBERAMENTE IN EUROPA.

L’Italia vuole dare 200.000 visti UE ai migranti e mandarli in Nord Europa.

Funzionari del governo italiano hanno minacciato di rilasciare visti temporanei UE a migliaia di migranti nel tentativo di trattare con questa escalation crisi e di rifugiati in Italia e che permetterebbero ai “nuovi arrivi” di viaggiare a nord. Il tutto è stato descritto come una ‘opzione nucleare,’ cioè i funzionari del Governo Italiano hanno minacciato di consentire a 200.000 migranti di entrare nel paese e di viaggiare in tutta Europa utilizzando una direttiva di Bruxelles, come riporta The Times e anche Daily Mail UK.

L’Italia ha più volte sollecitato in precedenza i suoi “vicini UE” per un aiuto con la crescente crisi umanitaria, ma è stato “rifiutato” dalla loro mancanza di azione. 

Grazie alla sua posizione geografica, l’Italia è sempre stato uno dei primi punti di ingresso per le persone in fuga dal sud per raggiungere l’Europa. 

Più di 86.000 migranti hanno attraversato il Mediterraneo in Italia già quest’anno. L’Italia ha lottato per far fronte a un enorme aumento di persone in fuga dal Nord Africa. 

Centinaia di richiedenti asilo ora sono stazionati in centri sovraffollati in piccoli villaggi in tutto il paese che sono stati citati dalla gente del posto come ‘magazzini umani’. Mattia Toaldo, un analista senior presso l’European Council on Foreign Relations, ha detto al Times: ‘ se i migranti continuano ad arrivare e Italia decide di dare loro carte per attraversare le frontiere e lasciare l’Italia sarebbe un “opzione nucleare”. «Gli italiani hanno perso ogni speranza di ottenere aiuto da parte dell’UE e potremmo dire, ‘se non si rendono una sfida comune, lo faremo.”  
Mario Giro, il viceministro degli esteri e Luigi Manconi, Senatore de il partito democratico, ha detto al Times che rilascio di migranti con visti temporanei era in discussione. 

Giro crede che l’Italia possa sfruttare una direttiva del Consiglio Europeo 2001/55, sviluppata dopo il conflitto dei Balcani per dare ingresso temporaneo europeo a un gran numero di persone sfollate. Se l’Italia persegue questa linea di condotta, Schengen potrebbe veramente a rischio. Esso potrà inoltrare anche seriamente le tensioni con le vicine Francia e Austria, che hanno usato i cani e la minaccia di veicoli corazzati a spingere indietro i migranti che cercano di entrare in precedenza per quella via. 

France 24 segnala che vaste tende bianche, erette in un’ex zona militare alla periferia del piccolo villaggio di Conetta,circa 1.400 uomini, da tutta l’Africa, imballato su file interminabili di letti a castello, praticamente un paese al collasso. Incontrando anche la reazione dei residenti, molte volte ostile, naturalmente.

‘Un moderno lager’, così il Sindaco di Cona Albero Panfilio detto AFP, riferendosi agli accampamenti. Il comune di Cona comprende il piccolo villaggio di Conetta. «Dopo due anni questo è (ancora) un posto dove gli esseri umani sono schiacciati, stipati tutti assieme, senza alcuna speranza per il futuro. 

‘ Ora io lo chiamo un magazzino umano. I migranti arrivano, non sanno dove metterli, hanno un magazzino, li scaricano qui.’ I richiedenti asilo sono stati trattati ‘come spazzatura’, ha aggiunto. Circa 10 km (6,2 miglia) a Bagnoli di Sopra, circa 700 immigrati sono affollate in un altro ex base militare circondata da recinzioni di filo spinato con nessun accesso ai giornalisti.

Traduzione Stàff Mistocolvitto 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito accetti i termini e le condizioni previste per l'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi