Cir Food di De Benedetti vince appalto da 7 milioni di euro per 3 anni per 600 pasti al Senato. Ma il referendum non prometteva i tagli?

REGGIO EMILIA, 15 SET – Cir Food, azienda reggiana della ristorazione collettiva, servirà i pasti ai senatori della Repubblica, aggiudicandosi una gara d’appalto che era contesa da altri 5 operatori. Lo scrive il Resto del Carlino nelle sue pagine reggiane. “Il servizio partirà il 3 ottobre – spiega Marcello Leonardi, direttore della ristorazione aziendale che tiene i rapporti con i grandi clienti del privato -, il contratto prevede un affidamento di tre anni di tutti i servizi di ristorazione del ramo più nobile del Parlamento.

Si tratta della mensa dei dipendenti (che si trova a palazzo di via delle Coppelle, adiacente a quello del Senato, ndr), il ristorante di Palazzo Madama, due caffetterie e la buvette dei senatori. Abbiamo stimato di erogare 600 pasti al giorno tra la mensa e il ristorante. Il valore della gara d’ appalto sui tre anni, anche quello supposto, si avvicina ai 7 milioni di euro.
Bisognerà però anche capire cosa succederà dopo il referendum”.
A De Benedetti nessun taglio. 

ANSA Emilia Romagna

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito accetti i termini e le condizioni previste per l'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi