Arrestato Sindaco di Brindisi, abuso d’ufficio e corruzione.

Il sindaco di Brindisi Cosimo Consales è stato arrestato dalla polizia per abuso d’ufficio e corruzione nell’ambito di un’indagine relativa alla gestione dei rifiuti. L’operazione della Digos, scattata all’alba, ha portato all’arresto anche di un imprenditore e un commercialista. Arresti domiciliari per il primo cittadino e il commercialista. Mentre per l’imprenditore Luca Secreti il gip di Brindisi ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. I tre sono accusati, in concorso, di abuso d’ufficio, corruzione, concussione e truffa.

Sindaco di Brindisi

Cosimo Consales, nato a Brindisi il 13 maggio 1959, si era autosospeso, già dal novembre 2013, dal Partito Democratico a seguito di personali vicende giudiziarie per le quali è in corso il dibattimento. Gli altri due coinvolti nella vicenda sono l’imprenditore Luca Secreti, nato a San Pietro Vernotico (Br) il 2 aprile 1969, già amministratore della azienda ‘Nubile s.r.l.’, incaricata dal Comune di Brindisi per il trattamento, biostabilizzazione e produzione Cdr-Css dai rifiuti urbani. E il commercialista (libero professionista) Massimo Vergara, nato a Lecce il 15 luglio 1957.
L’inchiesta, particolarmente articolata e complessa, iniziata nell’anno 2013, è stata coordinata dalla Procura ordinaria di Brindisi. Sono in corso numerose perquisizioni personali e domiciliari, nonché il sequestro dell’impianto di biostabilizzazione e produzione Cdr-Css dai rifiuti urbani che si trova nella zona industriale di Brindisi. Tutto il materiale sequestrato sarà oggetto di ulteriori approfondimenti investigativi.

Adnkronos

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito accetti i termini e le condizioni previste per l'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi