A Cuba storico incontro tra Papa e Patriarca russo settimana prossima

Papa Francesco incontrerà il patriarca di Mosca e di tutte le Russie Kirill il 12 febbraio a Cuba. È la prima volta nella storia che un romano pontefice incontra il leader degli ortodossi russi. Un comunicato congiunto tra la Santa Sede e il Patriarcato di Mosca, annuncia che «per grazia di Dio» Francesco e Kirill si incontreranno a Cuba il 12 febbraio, dove il Papa farà scalo prima del suo viaggio in Messico. È previsto un colloquio all’aeroporto José Marti dell’Avana e l’incontro si concluderà con un comunicato congiunto.

«La Santa Sede e il Patriarcato di Mosca – si legge nel comunicato congiunto, che è stato letto ai giornalisti da padre Federico Lombardi in sala stampa vaticana – hanno la gioia di annunciare che, per grazia di Dio, Sua Santità Papa Francesco e Sua Santità il Patriarca Kirill di Mosca e di tutta la Russia, si incontreranno il 12 febbraio. Il loro incontro avrà luogo a Cuba, dove il Papa farà scalo prima del suo viaggio in Messico, e dove il Patriarca sarà in visita ufficiale. Esso comprenderà un colloquio personale presso l’aeroporto internazionale José Martí dell’Avana e si concluderà con la firma di una dichiarazione comune. Questo incontro – prosegue la nota – dei Primati della Chiesa cattolica e della Chiesa ortodossa russa, preparato da lungo tempo, sarà il primo nella storia e segnerà una tappa importante nelle relazioni tra le due Chiese. La Santa Sede e il Patriarcato di Mosca auspicano che sia anche un segno di speranza per tutti gli uomini di buona volontà. Invitano tutti i cristiani a pregare con fervore affinché Dio benedica questo incontro, che possa produrre buoni frutti».

papa-francesco-patriarca-kirill_258

 Raul Castro accoglierà il Papa sulla pista dell’aeroporto dell’Avana e dopo circa tre ore lo riaccompagnerà all’aereo con il quale poi Francesco raggiungerà Città del Messico nell’orario previsto.

«Papa Francesco e Kirill – ha spiegato il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi – si incontrano dopo un paio d’anni di preparazione dell’incontro. E Cuba è un luogo «neutro», diciamo così, ma significativo. per le due parti è un crocevia nel mondo di oggi e nei suoi sviluppi ed è un luogo ben conosciuto alla Chiesa Ortodossa Russa ma anche alla Santa Sede, dopo le visite di tre Papi dal 1998 ad oggi».

Il portavoce della Chiesa ortodossa ha dichiarato che il tema centrale dell’incontro sarà la persecuzione dei cristiani nel mondo. Il metropolita Ilarion, capo del dipartimento per le relazioni esterne della chiesa ortodossa russa, ha specificato che il patriarca di Mosca Kyrill voleva incontrare il pontefice fuori dall’Europa perché «proprio all’Europa è legata la dura storia delle divisioni e dei conflitti tra i cristiani».

FONTE

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito accetti i termini e le condizioni previste per l'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi