Nella hit parade dei social Instagram tallona Facebook. 

 

instagram

 Forse non abbiamo più niente da dire, nessuna canzone da condividere. O forse abbiamo capito che un’immagine dice più delle parole, che è melodia più di una canzone, che emoziona più di tutto.

Questa inversione di tendenza, le immagini più delle parole, è evidente più che mai nel mondo dei social. Il buon vecchio Facebook perde punti e ad aumentare i consensi è Instagram. Le foto “artistiche” con i filtri, le modifiche di luci, ombre ed esposizione vanno molto più dei link condivisi.

Instagram da sempre punta al primato di Facebook nella top ten delle app per smartphone più utilizzate. Il social network blu rimane comunque in prima posizione, ma il vantaggio su Instagram è sceso moltissimo nell’ultimo anno. A rivelarlo è un sondaggio condotto da WayUp su mille studenti di college negli Stati uniti, secondo cui nel corso dell’anno Facebook ha registrato un calo del 4% e ora ha un vantaggio di appena il 2% su Instagram. Il social delle immagini, anch’esso di Mark Zuckerberg, secondo gli analisti salirà al primo posto nel 2016. È il caso di dire che sarà il suo anno.
Il sondaggio rivela anche che tra le 10 applicazioni preferite dagli studenti, sette sono social.
Al terzo posto c’è Snapchat, la chat usa e getta, seguita da Twitter. All’ottavo posto si trova Tumblr di Yahoo, al nono GroupMe di Microsoft e al decimo Pinterest. Le posizioni dalla quinta alla settima sono occupate da tre app di intrattenimento: Spotify, YouTube e Netflix.



Tra le app per chattare è in testa Snapchat, seguita a distanza da GroupMe, Gmail, WhatsApp e Facebook Messenger. Quest’ultima, insieme a Snapchat e a Facebook, è segnalata tra le applicazioni in calo di popolarità. Guardando alle app di videogiochi, al primo posto c’è Candy Crush, nonostante siano passati ormai tre anni dal suo debutto. Seguono Temple Run, lanciato nel 2011, e la saga Angry Birds, che ha esordito nel lontano 2009. Nelle app per la salute trionfa Fitbit, mentre in quelle legate al cibo vince Starbucks.

Fonte.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito accetti i termini e le condizioni previste per l'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi