Commerciante uccide ergastolano latitante entrato in casa per rapinare. LEGITTIMA DIFESA.

 

carabinieri di controllo

CONDANNERANNO ANCHE QUESTO GIOIELLIERE? HA UCCISO PER DIFENDERE LA SUA FAMIGLIA.

Un ladro è stato ucciso durante una rapina in una casa a Rodano, nel milanese. Il proprietario di casa è un commerciante. I due complici del ladro ucciso sono riusciti a scappare. Tre malviventi sarebbero entrati nell’appartamento e avrebbero rubato delle armi possedute dal proprietario dell’alloggio. L’uomo li avrebbe scoperti e i ladri avrebbero aperto il fuoco. Il proprietario di casa, quindi, avrebbe risposto al fuoco e colpito con un’altra arma uno dei ladri, uccidendolo.L’identità – Il ladro ucciso dal commerciante durante una rapina nel milanese era albanese, è stato identificato: si chiamava Valentin Frokkai, classe 1978, pluripregiudicato e ricercato per omicidio commesso il 23 luglio 2007 a Brescia ai danni di un connazionale e per cui è stato condannato all’ergastolo. Frokkai era stato arrestato nell’agosto del 2013 dai carabinieri di Cassano d’Adda perché era evaso dal carcere di Parma insieme a un suo connazionale. In quella circostanza fu trovato con una pistola 7,65 Beretta con matricola abrasa e materiale che serviva a immobilizzare eventuali vittime di rapine in villa. Il 7 maggio del 2014 dalla carcere di Palermo.
I complici – I due complici di Frokkai sono riusciti a scappare dopo aver rubato dalla casa dalla casa del gioielliere una pistola “Snmith & Wesson”. I due sono a piedi.
La difesa – “I rapinatori avevano un’arma e poi ne hanno rubata un’altra. Il proprietario di casa ha esploso un colpo intimidatorio dopo aver subito anche delle percosse. Il ladro ha reagito e il mio assisto a sua volta ha sparato, colpendolo”, afferma Porciani. Oltre al commerciante, all’interno della casa c’era la moglie e la figlia. “Hanno minacciato di fare del male alla bambina – ha aggiunto il difensore -. E’ una persona che tornava a casa dopo una dura giornata di lavoro e si è trovato in casa personaggi di questo tipo”. Il commerciante aveva subito aggressioni anche in passato.
Fonte.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito accetti i termini e le condizioni previste per l'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi