PER NATALE RICCHI PREMI PER I DIRETTORI SANITARI, E CURE COSTOSE PER I PAZIENTI.

Share this on WhatsAppPer Carradori e Bardasi performance migliori dei loro predecessori, ma per il contenimento dei costi imposto dalla Regione prendono meno di Rinaldi e Saltari I numeri bisogna calcolarseli da soli dopo aver sfrondato le informazioni in un atto della giunta regionale buono come test per novelli amanti della crittografia, ma alla fine ci si arriva. Parliamo dei ...

Leggi Articolo »

I MEDIA MANIPOLANO I VIDEO E LE IMMAGINI.

Share this on WhatsAppChi c’e’ dietro le “notizie fasulle”? I grandi media tradizionali usano immagini e video manipolati   La corporazione dei grandi media tradizionali e’ disperata. Essi vorrebbero sopprimere le fonti di informazione alternative e indipendenti che etichettano complessivamente come “diffusori di notizie fasulle” I lettori sono avvisati dai social media di non frequentare certi siti. L’intento di questa ...

Leggi Articolo »

#INPS, IN ITALIA CI SI AMMALA SEMPRE DI PIU’ IL LUNEDI. STRANO.

Share this on WhatsAppI dipendenti pubblici del Lazio sono i più cagionevoli d’Italia. E anche quelli del settore privato non si sentono tanto bene: più malaticci di loro se ne trovano solo in Lombardia. Questo lo stato di salute dei lavoratori dipendenti visto dall’Osservatorio Inps, che indica il Lazio al primo posto del settore pubblico con 860.226 certificati di malattia inviati ...

Leggi Articolo »

APRITI SESAMO, L’EUROPA SPALANCA LE PORTE AI MIGRANTI.

Share this on WhatsAppBruxelles elimina l’obbligo dei visti per i cittadini di Ucraina e Georgia. Aggirato il veto dell’Olanda L’Unione europea apre le porte a 50 milioni di extracomunitari ucraini e georgiani eliminando l’obbligo del visto. Nonostante gli olandesi avessero votato no, nel referendum di aprile, alla liberalizzazione dei visti con l’Ucraina. La mossa è una concessione politica ai due ...

Leggi Articolo »

DOPO #RENZI TOCCHERA’ A #GRASSO SALVARE LE BANCHE?

Share this on WhatsAppDopo Renzi, Grasso: toccherà a lui “salvare” le banche chiedendo 10-15 miliardi all’Ue, preparando poi gli italiani a subire nuovi “sacrifici necessari” per restituire il prestito al Mes, il famigerato Fondo Salva-Stati. E’ la profezia di “Gufo Boschi” all’indomani della caduta di Renzi. A parlare, su “Megachip”, è lo stesso “profeta” che già il 15 gennaio aveva azzeccato al millimetro l’esito ...

Leggi Articolo »
Vai alla barra degli strumenti

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito accetti i termini e le condizioni previste per l'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito accetti i termini e le condizioni previste per l'utilizzo dei cookie.

Chiudi